Cosa ti proponiamo

Servizi &
Prodotti

Il termine House Flipping significa letteralmente compravendita di un immobile alla ricerca dell’affare. Quindi si acquista una casa da ristrutturare e si rivende in tempi brevi, guadagnando dalla transazione. E’ una forma d’investimento immobiliare che ti permette di diversificare i rischi nel tuo portafoglio finanziario. Diffuso nelle grandi città come Milano, Roma, Firenze e Bologna.
- 01

House Flipping

Se vuoi diventare un abile House Flipper, ricordati che non bastano i capitali per poter dire di aver chiuso con successo un’operazione.
Hai bisogno di fare esperienza, di non improvvisare altrimenti il tuo business rischia di trasformarsi in un flop.
Hai bisogno di tempo e pazienza per trovare la giusta occasione. Ti serve la capacità di vedere oltre il vetusto e fatiscente immobile.
E infine è necessario che tu sappia prendere decisioni in fretta, perché un altro House Flipper potrebbe rubarti l’occasione.

Step dell’House Flipping

- 01

Definizione di un budget totale di spesa

Puoi partire con un tuo capitale, purché non sia la tua unica fonte economica. Non si sa mai! Oppure fare squadra con altri House Flipper e portare avanti insieme l’operazione. In ogni caso parti con un budget ben definito.
- 02

Analisi del mercato immobiliare dove operare

E’ opportuno muoversi nella zona che conosci bene, soprattutto se sei alle prime armi. Studia a fondo l’area geografica in cui intendi investire i tuoi capitali o quelli del tuo gruppo. Conoscere tutti i pregi e difetti della zona in cui vai ad operare ti permette di ridurre il rischio di errore. Dovrai sapere anche il prezzo di vendita degli immobili nella zona di mercato in cui hai deciso di acquistare. Questo ti permetterà di sapere quale dovrà essere il valore massimo di acquisto.
- 03

Creazione del Business Plan per la definizione del progetto d'investimento

Uno degli elementi che non possono mancare nel Business Plan è il conto economico. Lo strumento su cui fare affidamento per verificare l’esistenza di un utile o di una perdita. In sostanza, è quello che ti permette di capire se vale la pena di entrare nell’operazione oppure lasciare perdere.
- 04

Acquisizione dell'immobile

Arrivato a questo punto acquista l’immobile.
E’ inutile dirti che se chiuderai l’operazione in tempi brevi, senza accendere un mutuo, potrai fare leva sul prezzo.

Che tu sia unico House Flipper o in combinata con altri tuoi colleghi, potrà giocare un ruolo importante la RAPIDITA’ di acquisto, soprattutto se ti troverai di fronte ad un proprietario che ha fretta di vendere.

- 05

Ristrutturazione totale/parziale

In operazioni di House Flipping spesso avrai a che fare con immobili semidistrutti che richiedono un intervento di ristrutturazione importante. Ecco perché sarà decisiva la scelta di produrre un computo metrico dettagliato. Non è cosa da poco. Se non ti senti all’altezza, fatti aiutare da un professionista. Quindi è fondamentale conoscere i costi di ristrutturazione al centesimo, ma ricorda l’importanza dei TEMPI.
Prima ristrutturi e prima vendi!
- 06

Creazione della strategia di marketing immobiliare ad HOC

La casa che hai acquistato da solo o con altri House Flipper è pronta per essere venduta. E adesso, come procedi? Dovrai avere una strategia di marketing immobiliare adatta alla casa che venderai e al target di riferimento. Foto di alta qualità, un Open House per concentrare i tempi di visita dell’immobile in qualche ora o un’intera giornata, ecc. ecc.

Un nostro progetto realizzato

Prima

Dove

dove_Tavola disegno 1
Le più indicate sono le metropoli e le città di medie dimensioni. Se invece parliamo di zone, le migliori o le meno rischiose sono quelle vicino agli ospedali, alle università e le aree centrali.
Le città turistiche e d’arte hanno duplice valenza: sono adatte sia all’House Flipping che all’affitto breve.

Quando

quando_Tavola disegno 1
Non c’è un periodo ideale, ma ti consiglio di acquistare nei periodi più critici del mercato immobiliare.
Luglio e agosto sono ottimi per spuntare prezzi da House Flipper esperto!

Con Chi

con chi_Tavola disegno 1
Puoi operare da solo  o con noi su nostri progetti.
Siamo anche pronti ad accogliere le tue proposte di vendita con la massima professionalità ed esperienza.

Concept4 Srls © P.Iva IT09781830964
Sede Operativa: Via F. Gilera 110 20862 Arcore MB
Tel +39.039.5973573 - info@concept4re.it

Desidero entrare in contatto con il Vostro
team di esperti per:

VERDE

Avere un bel giardino è un lusso o in ogni caso una possibilità che per molte soluzioni abitative cittadine è di difficile realizzazione.
Non per questo dobbiamo rinunciarvi. L’arredamento di un VERDE è elemento sicuramente di pregio se fatto con stile e di qualità (evitate cose dozzinali). Il balcone può diventare il vostro “giardino urbano privato”, una vera area verde magari con piante e fiori adeguati all’ambiente in cui devono vivere basate su strutture verticali.
Ricordiamoci che molte piante, oltre a ridurre notevolmente l’inquinamento domestico (e di conseguenza anche quello ambientale), hanno il potere di ridurre l’elettricità statica e di combattere lo stress. Esistono piante che hanno capacità di purificare l’aria, consentendo di eliminare numerose tipologie di agenti chimici dannosi per l’uomo e per l’ambiente stesso. Usatele.

COMPLEMENTI D'ARREDO

Mobili e complementi d’arredo devono essere selezionati e scelti sulla base di criteri di ergonomicità.
Acquistare prodotti che garantiscano praticità e semplicità d’uso oltre che resistenza, durevolezza, riparabilità e possibilità di riciclo è cosa saggia e giusta. Arredare con i complementi non significa riempiere le stanze di tutto e di più. La regola dei “pochi ma buoni” è sempre quella che permette di ottenere i migliori risultati. Più equilibrio, più stile, più personalità. Ricordatevi: fate attenzione ai fornitori. Non è detto che ONLINE si possa sempre trovare il vero affare.
Ma questo è un altro segreto …!

ACQUA

Un consumo idrico responsabile è alla base di una sana politica del benessere e di un responsabile stile di vita.
Lo sapevi che oltre il 30% dell’acqua che consumi in casa esce dallo scarico del tuo wc?
Accorgimenti come i frangigetto e cassette WC a doppio scarico o di regolatore di flusso aiutano a dimezzare il consumo e a risparmiare il quantitativo d’acqua normalmente utilizzato. In abbinamento ad una corretta progettazione dell’intero impianto idrosanitario si può arrivare anche ad un recupero d’utilizzo della risorsa d’acqua piovana, ma ricorda che un foro di un millimetro in un tubo può far perdere oltre 2.300 litri d’acqua potabile al giorno e ancor peggio potrebbe causare danni ai muri.

CALORE - FREDDO

Dobbiamo tenere presente che in molte case non è possibile implementare impianti di riscaldamento a base di pannelli solari termici che rappresentano una valida soluzione di risparmio energetico. Le caldaie a condensazione oggi svolgono un compito importante e garantiscono significativi bassi consumi e minori emissioni inquinanti. Molti interventi sono legati a case datate con impianti centralizzati o non facilmente modificabili. In questo caso l’aspetto del isolamento termico compensa una minor tecnologia del caldo. Anche per il freddo ci possiamo trovare di fronte a problematiche identiche. In questo caso si possono valutare valide soluzioni di condizionamento senza motore

CONSUMI

L’inconveniente di un consumo eccessivo è uno degli aspetti da affrontare. Spesso riconducibile a problemi d’umidità e scarso isolamento termico.
L’utilizzo di prodotti naturali traspiranti come sughero, canapa e fibra di legno mineralizzata hanno la caratteristica di risolvere questo tipo di problematica.
Questi prodotti per esempio hanno la capacità di regolare in modo naturale il livello di umidità interna con un elevato potere isolante.

Materiali e la loro importanza

Il nostro consiglio relativo agli intonaci è quello di utilizzare soluzioni a base di calce naturale. Si che si tratti di interi o esterni si possono implementare soluzioni di design a base di terra cruda: un esempio per ottenere un assorbimento dei rumori e di termoregolazione che migliorano il benessere di vivibilità. Il legno rappresenta uno dei materiali migliori da utilizzare per i pavimenti. Il trattamento con finiture naturali, con particolari oli o cere in abbinamento ad una posa a secco fanno di questa soluzione una delle più vivibili e calde. La ceramica, il cotto e le maioliche sono di per se un’ottima soluzione d’abitare. In questo caso si consiglia una posa con l’utilizzo di collanti a base di calce e resine naturali.